Salvare il proprio territorio

Scritto da Miky Visite: 1423

Alcuni comuni salvano il proprio territorio e noi?


A Ruvo, uno dei comuni facenti parte attiva del Parco, addirittura nel piano regolatore vige una norma proibitiva, di tutte " le attività di trasformazione dei pascoli così come non è consentito effettuare opere di movimentazione delle terre tali da alterare e modificare la morfologia del territorio ed il suo naturale ed equilibrato assetto botanico-vegetazionale", e ogni autorizzazione concessa dall'Ispettorato forestale, è stata sospesa, istituendo anche un servizio di vigilanza sul territorio, onde evitare sciacallaggi di qualsiasi genere. Invece da noi, per fare solo un esempio, sulla via di Montefreddo, la "strada che da Santeramo mena a Grumo", abbiamo trovato discariche a cielo aperto, querce secolari tagliate... e, su via Gioia, alla pesa pubblica, camion carichi di pietre della Murgia, più volte alla settimana, a pesarsi, prima di prendere il largo, nell'indifferenza quasi di tutti... A che servirebbe fare dei riferimenti precisi, se le istituzioni non assolvono il loro compito? E poi, non siamo mica degli investigatori privati... piuttosto, l'assessore al patrimonio, all'ecologia, o quant'altro si voglia, dov'è?

Perché non si fa una passeggiata nei dintorni... Allora, che senso hanno, manifestazioni, quando si permettono ancora abbandoni di rifiuti, tagli di alberi, vendita illegale di pietre e legname... non sarebbe meglio fare qualcosa di concreto per impedire a chiunque, qualsiasi tipo di degrado territoriale?


Fonte: Partecipare

In Evidenza
Guide pratiche
Partners
Lezioni informatica
lezioni di informatica a domicilio ________________________
BellaTV
free internet Tv ________________________
Studio Legale Difonzo
diritto civile e penale ________________________
Pro-Tech
Dove professionalità e tecnologia si incontrano ________________________
Civiltà Contadina
Artisti
Festa Patronale
Video Gallery

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni