Stagnino

Stampa
Scritto da Miky Visite: 4135
Attrezzi dello stagnino

Lo stagnino nei paesi della Murgia non è solo l'artigiano che fa saldature con lo stagno e utensili di latta e lamiera, ma anche colui che lavora lo zinco e il rame.
Lo bagnino apparteneva a quei lavoratori autonomi, che per la loro creatività. abilita e finezza nell'eseguire il lavoro, anche materiale, erano chiamati "artisti".
Operavano in botteghe o laboratori arredati con un'attrezzatura da lavoro a volte molto semplice, con la quale eseguivano lavori di precisione senza avere a disposizione gli attuali e moderni attrezzi piuttosto sofisticati.
Lo stagnino si dedicava alla costruzione di oggetti di stagno: contenitori per olio (celindre), recipienti per acqua (quartoire), usati dagli ortolani per irrigare gli ortaggi.
Aveva una propria bottega oppure provvedeva alla stagnatura di pentole, padelle e posate, girando per il paese con un carretto sul quale erano poggiate una piccola fornace, con carbone attizzato da una ventola, su cui veniva fatto riscaldare un ferro adatto per la saldatura e una piccola incudine per le operazioni di ribattitura.

 


Foto e testi: Accendere la memoria

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Continuando la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni